Il dibattito sul riconoscimento facciale ai concerti

Il riconoscimento facciale ai concerti è diventato un argomento di discussione tra artisti, promotori di concerti e partecipanti. Mentre alcuni vedono la tecnologia come un mezzo per migliorare la sicurezza, altri la considerano una violazione della privacy.

Nel 2018, la pop star Taylor Swift ha utilizzato il software di riconoscimento facciale nei suoi concerti per proteggersi dagli stalker1. Tuttavia, la mossa ha suscitato preoccupazioni riguardo alla privacy e ai diritti dei fan.

Da allora, più di 100 artisti, tra cui i co-fondatori dei Rage Against the Machine, Tom Morello e Zack de la Rocha, hanno annunciato il loro boicottaggio di qualsiasi concerto che utilizza questa tecnologia2. Inoltre, i promotori di concerti negli Stati Uniti stanno rinunciando ai piani di scansionare i partecipanti ai festival con la tecnologia di riconoscimento facciale3.

Nel giugno 2023, oltre 100 artisti e 25 locali si sono impegnati a bandire il riconoscimento facciale dai loro spettacoli e concerti4. Questa mossa riflette la crescente preoccupazione per la privacy e i diritti dei partecipanti ai concerti.

Nonostante queste preoccupazioni, alcune società stanno sviluppando tecnologie diriconoscimento facciale specificamente per gli eventi dal vivo. Ad esempio, Blink Identity, una società terza, ha sviluppato telecamere che riconoscono le misurazioni facciali uniche dei partecipanti e le abbinano ai biglietti5.

Tuttavia, l’uso di tali tecnologie solleva questioni importanti sulla privacy e sulla sicurezza dei dati. La digitalizzazione e l’upload dei volti dei partecipanti su una piattaforma esterna potrebbe esporli a rischi di sicurezza e violazioni dei dati.

In conclusione, mentre la tecnologia di riconoscimento facciale potrebbe offrire soluzioni per migliorare la sicurezza ai concerti, è evidente che esistono preoccupazioni significative riguardo alla privacy e ai diritti dei partecipanti. Questo dibattito continua a evolversi, con artisti, locali e promotori di concerti che cercano un equilibrio tra sicurezza e rispetto della privacy.

Fonti

  1. Why Taylor Swift Is Using Facial Recognition at Concerts – Rolling Stone
  2. Tom Morello, Zack de la Rocha Boycott Venues Using Face-scanning Tech – Rolling Stone
  3. Facial Recognition: AEG, Live Nation & More Concert – Billboard
  4. Artists, Venues Join Growing Call to Ban Facial Recognition – Digital Music News
  5. Musicians and Fans Unite to Keep Facial Recognition Tech Out of Concerts – Fortune

? Il contenuto potrebbe essere assistito in tutto o in parte dall'Intelligenza Artificiale.

sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Commenta adesso!x
Cosa è lo sconto progressivo?

Con lo sconto progressivo, il risparmio inizia dal primo prodotto che aggiungi al carrello, con uno sconto del 50%. Per ogni prodotto successivo, lo sconto aumenta del 10%, fino a un massimo del 90%. Ad esempio, se aggiungi un secondo articolo al tuo carrello, otterrai uno sconto del 60% su quel prodotto. Fino a raggiungere il 90% sul quinto prodotto.